Salta al contenuto principale

INSIEME,

troviamo soluzioni

comprimi barra di ricerca

TVE - Trentina verifiche elettriche

 

Briciole di pane

Home / TVE - Trentina verifiche elettriche

Servizio di verifica degli impianti di messa a terra e protezione contro le scariche elettriche


Confcommercio - Trentino ha rinnovato anche per il 2017 l’accordo con Trentina Verifiche Elettriche srl, primo organismo in Trentino - Alto Adige autorizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico, ad effettuare le verifiche di legge sugli impianti elettrici secondo le norme contenute del D.P.R. n. 462 del 22 ottobre 2001, in particolare per gli impianti di messa a terra e per gli impianti di protezione da scariche atmosferiche.

 

PERIODICITÀ DELLE VERIFICHE

Sono soggette alla Verifica dell’impianto di Messa a Terra con periodicità BIENNALE tutte le attività aventi le seguenti tipologie di locali, indicate anche dal DPR 462/01:

  1. Cantieri
  2. Locali adibiti ad uso medico e similari (compresi estetisti, veterinari, dentisti)
  3. Nei luoghi identificati con la sigla MARCI (Maggior Rischio in Caso di Incendio come discoteche, alberghi, cinema, edifici con strutture portanti in legno o altro materiale potenzialmente infiammabile eccetera)
  4. In luoghi con pericolo di esplosione (centrali termiche alimentate a gas con potenzialità superiori ai 116 kW ovvero 100’000 kCal)
  5. In generale in tutti i luoghi soggetti al controllo dei Vigili del Fuoco e al Certificato di Prevenzione Incendi (come indicato dal DPR 151/2011

Sono invece soggette alla Verifica dell’Impianto di Messa a Terra QUINQUENNALE tutte le attività NON ELENCATE nel DPR 462/01

La verifica periodica va richiesta all’Azienda Sanitaria locale, oppure ad un Organismo abilitato come è il caso di Trentina Verifiche Elettriche, abilitata dal Ministero con protocollo n° 56169 del 9 dicembre 2008, con la quale Confcommercio - Trentino si è convenzionata per il servizio proposto. È stato concordato un "Tariffario" differenziato per attività e per classe di potenza impegnata, a condizioni particolarmente vantaggiose e riservate solamente ai soci.
 

SOGGETTI INTERESSATI
In base alla normativa richiamata tutti i datori di lavoro che hanno almeno un dipendente/collaboratore nella propria azienda privata, ente o comune, hanno l’obbligo della denuncia di prima installazione e ad assicurare delle verifiche periodiche relative a:

  1. impianti di messa a terra
  2. dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche
  3. impianti elettrici in luoghi di pericolo di esplosioni

 

La convenzione nel dettaglio

 

L’operatore associato che intende fruire del servizio dovrà mettere a disposizione del verificatore tutta la documentazione relativa agli impianti, garantire la presenza di un tecnico elettricista di fiducia durante la verifica e la messa in sicurezza dell’area di lavoro dei verificatori stessi.

Il Tariffario comprende i costi della verifica degli impianti elettrici di messa a terra, delle verifiche alle cabine di trasformazione, se esistenti, delle verifiche agli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche ed, inoltre, i costi sono comprensivi di viaggi e trasferte dei verificatori.

 

Come usufruire dell’accordo


Per aderire alla convenzione va manifestato l’interesse con l’apposito modulo. L’azienda sarà contattata per inquadrare la situazione, in particolare per la documentazione relativa agli impianti in esame, per comunicare il costo del servizio e per fissare l’appuntamento della verifica.
Si ricorda, infine, che la violazione delle norme in materia di sicurezza degli impianti elettrici, tra cui la mancata effettuazione delle verifiche periodiche, comporta l’arresto fino a 3 mesi o l’ammenda da 258,00 € a 1.032,00 € e che la mancanza di protezione contro i contatti diretti ed indiretti (impianto di terra, interruttore magnetotermico, interruttore differenziale) rientra fra le gravi violazioni ai fini dell’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale di cui all’allegato 1 del T.U. Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/08).

La richiesta di intervento del responsabile di TVE dovrà essere fatta attraverso l’apposita scheda di adesione, una per ogni unità locale (disponibile qui in basso) da compilare ed inviare a mezzo fax al numero 0461/880300 o via e-mail a convenzioni@unione.tn.it. A seguito della richiesta TVE provvederà a fissare un appuntamento del proprio tecnico con l’azienda interessata.

 

SCARICA IL MODULO

 

Per informazioni contattare il numero 0461-880435.