Salta al contenuto principale

INSIEME,

troviamo soluzioni

comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / Il “volto umano” dell’impresa italiana

Il “volto umano” dell’impresa italiana

Assemblea Nazionale della FIPE a Roma il 22 novembre

29/11/2017

Si è svolta il 22 novembre l'Assemblea Nazionale della FIPE, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi. Un’assemblea diversa quella di quest’anno. I rappresentanti della Federazione hanno, infatti, partecipato all’udienza generale tenuta da papa Francesco in Piazza San Pietro. Il Presidente Stoppani gli ha donato toque e giacca da chef, simboli di milioni di persone che in Italia e nel mondo sono impegnate nel settore della ristorazione.

“Quest’anno si è voluto cambiare l’impostazione.” ha dichiarato il Presidente Stoppani “C’è una ragione che giustifica un diverso orientamento, collegata alla costante attenzione che la Federazione rivolge a fenomeni apparentemente esterni, ma che hanno un forte impatto sul contesto in cui operano le nostre Aziende e, quindi, argomenti da presidiare e gestire con la stessa attenzione e qualità normalmente riservate ai tanti temi del dibattito sindacale che più interessano le nostre Imprese. Per questa motivazione, due anni fa, abbiamo svolto la nostra Assemblea all’interno di Expo, riprendendo i concetti della manifestazione, richiamando aspetti culturali, scientifici, ambientali, etici, antropologici, commerciali collegati all’alimentazione dell’uomo.”

Per l'importante occasione Fipe ha fatto stampare un'edizione speciale di buoni pasto per le opere di carità di papa Francesco. Ogni buono riporta la frase "Il cibo è un diritto di tutti", pronunciata dal pontefice alla Fao nel corso della Giornata Mondiale dell'Alimentazione. L’Associazione ha assegnato, inoltre, dieci borse di studio ad altrettanti ragazzi che vivono in condizioni di disagio, sia italiani che immigrati per frequentare un corso di panificazione/pizzeria a cui seguirà uno stage in azienda.

Nel corso dell’Assemblea è stato messo in evidenza come la ristorazione sia uno dei settori trainanti dell’economia italiana in questi ultimi anni: tra il 2007 e il 2016, infatti, l’occupazione nella ristorazione è cresciuta dell’11%, in un andamento di generale diminuzione dell’occupazione. 

 

Un ruolo fondamentale nell’economia, ma soprattutto un ruolo sociale.
La ristorazione ha confermato ancora una volta di essere un settore fortemente inclusivo: basti pensare che il 17% delle 329.787 imprese presenti in Italia è gestito da stranieri e le donne imprenditrici sono il 54%. Tra i dipendenti il 53 % sono donne, il 25% stranieri e il 50% giovani.

Il "volto umano" della ristorazione si conferma anche in una capillare presenza sul territorio (in quasi ogni comune piccolo o grande che sia c’è un pubblico esercizio) che non trova giustificazione in risultati economici spesso inadeguati.

Il Presidente Stoppani invita a ricordare che “i dati, ancora una volta, dimostrano che parlare delle imprese della ristorazione vuol dire andare ben oltre i semplici numeri, perché queste realtà non solo generano ricchezza e occupazione ma anche benefici più ampi per le comunità nelle quali si trovano.”