Salta al contenuto principale

INSIEME,

troviamo soluzioni

comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / Indicazioni operative per i “nuovi voucher”

Indicazioni operative per i “nuovi voucher”

L'Inps ha pubblicato la circolare con le regole di utilizzo del nuovo contratto di prestazione occasionale

06/07/2017 da Comunicazione

Il contratto di prestazione occasionale potrà essere utilizzato dalle micro-aziende prevede un compenso minimo di 36 euro pari a quattro ore di utilizzo, indipendentemente se quelle lavorate siano mano

 

È stata pubblicata ieri la circolare INPS n.107/2017 con la quale vengono indicate le regole per l’utilizzo del nuovo contratto di prestazione occasionale a favore delle micro-imprese e delle famiglie.

Sarà necessario, sia per le imprese che per i lavoratori, registrarsi preventivamente sulla Piattaforma telematica che INPS metterà a disposizione a partire da lunedì 10 luglio 2017 con il supporto del contact center.

La circolare conferma quanto previsto dalla normativa rispetto alle due modalità di utilizzo delle prestazioni occasionali:

  • Libretto famiglia (LF) – riservato ai privati cittadini
  • Contratto di prestazione occasionale (CPO) riservato alle imprese fino a cinque dipendenti a tempo inderminato.

Limiti economici (riferiti all’anno civile di svolgimento della prestazione)

Lavoratori: ciascun prestatore, potrà percepire, dalla totalità degli utilizzatori, un importo non superiore a 5.000 euro e da ciascun utilizzatore un importo non superiore a 2.500 euro;

Datori di lavoro: non potranno superare la soglia di 5.000 euro per la totalità dei lavoratori utilizzati e il limite di 2.500 euro per ciascun prestatore.

La circolare 107/2017 precisa che gli importi si riferiscono ai compensi percepiti dal lavoratore utilizzato, al netto di contributi, premi assicurativi e costi di gestione.

Il contratto di prestazione occasionale, che potrà essere utilizzato dalle micro-aziende, prevede un compenso minimo di 36 euro pari a quattro ore di utilizzo, indipendentemente se quelle lavorate siano meno.

Soglia dei dipendenti  per le aziende (da calcolare nel semestre precedente)

La normativa concede l’utilizzo del contratto di prestazione occasionale alle micro – imprese con un massimo di cinque lavoratori subordinati  a tempo indeterminato, senza specificare i criteri di calcolo.

La circolare 107/2017 precisa che per il calcolo del numero dei dipendenti, ci si deve riferire al semestre che va dall’ottavo al terzo mese antecedente la data di svolgimento della prestazione occasionale.

Nel computo dei dipendenti devono essere compresi tutti i lavoratori a tempo indeterminato di qualsiasi qualifica (anche gli apprendisti a tempo indeterminato), per i part time il calcolo si riferirà alla porzione dell’orario svolto e i lavoratori a chiamata verranno calcolati in base all’orario effettivamente svolto nel semestre di riferimento.

Il requisito dimensionale (non oltre cinque dipendenti a tempo indeterminato) sarà autocertificato dall’utilizzatore sulla piattaforma telematica.

Per l’assolvimento degli obblighi di informazione preventiva, gli utilizzatori del Contratto di Prestazione Occasionale dovranno inserire la comunicazione tramite la piattaforma informatica INPS o attraverso il contact center almeno sessanta minuti prima dell’inizio dello svolgimento della prestazione.

Attiva da ieri la Piattaforma telematica dell'INPS per l'attivazione dei "Nuovi voucher"

Sia i datori che i lavoratori dovranno registrarsi sul sito www.inps.it - sezione Prestazioni Occasionali.

Informazioni
Ufficio relazioni sindacali e lavoro
Giannina Montaruli
Tel. 0461/880349 - Fax 0461/880303
giannina.montaruli@unione.tn.it

LEGGI LA CIRCOLARE INPS n. 107/2017