Salta al contenuto principale
foto4 foto2 foto3foto1

INSIEME,

troviamo soluzioni

 
comprimi barra di ricerca

Sportello prevenzione usura e servizio microcredito governativo

 

Briciole di pane

Home / Servizi / Sportello prevenzione usura e servizio microcredito governativo

L’Ente Nazionale Microcredito di Roma è un Ente morale costituito sotto l’alto patronato permanente del Presidente della Repubblica con finalità sociali che comportano progetti finalizzati alla realizzazione dell’auto imprenditorialità dei cittadini italiani in difficoltà occupazionali o finanziarie.

Una possibile applicazione delle finalità dell’Ente in sperimentazione con Confcommercio Trentino è stata individuata nel fornire la possibilità di accesso a piccoli finanziamenti di microcredito a soggetti a rischio usura, temporaneamente in difficoltà finanziarie ma contemporaneamente non finanziabili dal sistema bancario.

L’altissimo tasso di successo dei finanziamenti di microcredito, emerso anche sulla stampa nazionale, è dovuto altresì dal Tutoraggio imposto dalla pratica di finanziamento, che ha favorito il miglioramento delle attività finanziate prevenendo od intervenendo in linea generale sulle criticità della gestione dell’impresa (Dal tutoraggio al finanziamento così si incassano i piccoli prestiti, Il Sole 24 Ore, 23 luglio 2019). Tali attività sono gratuite e ricomprese nel finanziamento.

 

IL SERVIZIO

Lo Sportello Sicurezza di Confcommercio Trentino offre un nuovo servizio di consulenza per il microcredito. Tale servizio permette di prevenire e contenere il fenomeno dell'usura riconoscendo a soggetti temporaneamente impossibilitati ad accedere al credito bancario microfinanziamenti fra 5.000 e 35.000 euro fino a 84 mesi, purché non protestati. È fatto divieto ai soggetti finanziatori convenzionati con ENM di richiedere garanzie reali.

Dal mese di giugno 2019 il servizio è attivo ogni lunedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00 presso lo Sportello Sicurezza. È possibile fissare un appuntamento tramite un’ e-mail di richiesta o telefonando durante la settimana al Tutor Regionale di Ente Nazionale Microcredito Dr. Giorgio Garbellini anche per avere chiarimenti sulla pre fattibilità del finanziamento o per fissare una visita presso la sede dell’associato interessato.

Per ulteriori informazioni sui prodotti finanziari di Microcredito che sono aggiuntivi alle agevolazioni eventualmente già ottenute (Microcredito all’impresa, Microcredito per la formazione, Microcredito alla famiglia, Microleasing, Microcredito sociale ed altri prodotti finanziari in convenzione con Banche nazionali e locali) si rinvia al sito istituzionale www.microcredito.gov.it o in alternativa vi invitiamo a contattare un Tutor di Ente Nazionale Microcredito di zona.

 

Finalità dei finanziamenti

La concessione dei finanziamenti è finalizzata, anche alternativamente:

a) all'acquisto di beni, ivi incluse le materie prime necessarie alla produzione di beni o servizi e le merci destinate alla rivendita, o di servizi strumentali all'attività svolta, compreso il pagamento dei canoni delle operazioni di leasing e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative. I finanziamenti possono essere concessi anche nella forma di microcelsing finanziario, con durata massima 7 anni;

b) alla retribuzione di nuovi dipendenti o soci lavoratori;

c) al pagamento di corsi di formazione anche di natura universitaria o posta universitaria volti ad agevolare l'inserimento nel mercato del lavoro delle persone fisiche beneficiarie del finanziamento (durata massima 10 anni).

 

Chi può essere beneficiario del credito?

Accedono al microcredito coloro che avviano o sviluppano un'attività di lavoro autonomo o microimpresa, nello specifico:

  1. Lavoratori autonomi (commercialisti, avvocati, medici, notai, geometri, agronomi, consulenti del lavoro, psicologi, giornalisti, architetti, ingegneri, dentisti, consulenti aziendali, tributaristi, consulenti informatici, editoriali, web master, ecc.) titolari di partita IVA da mano di 5 anni e con massimo 5 dipendenti;
  2. Imprese individuali titolati di partita IVA da meno di 5 anni e con massimo 5 dipendenti;
  3. Società di persone, società a responsabilità limitata semplificata o società cooperative titolari di partita IVA da meno di 5 anni e con massimo 10 dipendenti.

Sono comunque ESCLUSE le imprese che al momento della richiesta presentino, anche disgiuntamente, requisiti dimensionali superiori a quelli previsti dall'arti 1, c2 letter a) e b) RD 16.03.1942 n267 (Legge Fallimentare), ovvero

a) aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale complessivo annuo non superiore a 300.000 euro;

b) aver realizzato, in qualunque modo risulti, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito dell'istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, ricavi lordi per una  ammontare complessivo annuo non superiore a 200.000 euro;

c) in ogni caso, non avere, un livello di indebitamento superiore a 100.000 euro.

L'operato del microcredito potrebbe richiedere che il soggetto da finanziare non sia iscritto negli elenchi dei cattivi pagatori.

Per tutte le altre informazioni a riguardo consultare il sito www.microcredito.gov.it.