Salta al contenuto principale
foto4

foto2

foto3foto1

INSIEME,

troviamo soluzioni

 
comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / Fondo per la Filiera della Ristorazione

Fondo per la Filiera della Ristorazione

Contributo a fondo perduto a favore della ristorazione

10/11/2020

Si comunica che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del 27 ottobre che stabilisce i criteri e le modalità di gestione del FONDO PER LA FILIERA DELLA RISTORAZIONE che prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto per l’acquisto di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche DOP e IGP, valorizzando la materia prima di territorio, in favore delle imprese contraddistinte dai seguenti codici ateco (deve trattarsi di codice ateco prevalente):

  • 56.10.11 - Ristorazione con somministrazione
  • 56.10.12 - Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
  • 56.21.00 - Catering per eventi, banqueting
  • 56.29.10  -Mense
  • 56.29.20  -Catering Continuativo su base contrattuale
  • 55.10.00  -Alberghi

In allegato è possibile visionare la scheda tecnica che fornisce tutte le indicazioni utili per l’accesso al contributo.

E’ bene segnalare che il contributo sarà erogato fino ad esaurimento delle risorse stanziate (600 milioni di euro) e che nel caso in cui il totale delle misure richieste ecceda le risorse disponibili, si procederà alla determinazione del contributo in misura percentualmente proporzionale agli acquisti documentati. Le istanze dei soggetti beneficiari, che evidenziano acquisti idonei ad evitare sprechi alimentari, saranno considerate prioritarie  (l’elenco dei prodotti il cui acquisto rientra tra i prioritari è in calce all'allegato).

Il contributo spetta a condizione che il fatturato e i corrispettivi medi dei mesi da marzo a giugno 2020, sia inferiore al 75% dell'ammontare del fatturato e dei corrispettivi medi dei corrispondenti mesi del 2019.

La trasmissione della domanda con la relativa documentazione dovrà avvenire entro la data che sarà fissata con provvedimento del MIPAAF, attraverso il "portale della ristorazione", previa registrazione, o attraverso gli sportelli del Concessionario (Poste Italiane).

Al seguente link il comunicato stampa del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16100