Salta al contenuto principale
foto4
foto3commercio al dettagliofoto1

INSIEME,

troviamo soluzioni

 
comprimi barra di ricerca
 

Briciole di pane

Home / Massimo Piffer guida l’Associazione commercianti al dettaglio del Trentino

Massimo Piffer guida l’Associazione commercianti al dettaglio del Trentino

COMUNICATO STAMPA / 19 febbraio 2021

19/02/2021

TRENTO. L’Associazione commercianti al dettaglio ha rinnovato oggi pomeriggio i propri organi direttivi per il quinquennio 2021-2025. Massimo Piffer è stato confermato presidente per unanime acclamazione dei membri del consiglio, riunitosi nell’Auditorium della sede di Confcommercio Trentino. Al suo fianco, i due vicepresidenti Camilla Girardi e Giorgio De Grandi.

Appuntamento conclusivo, oggi, per l’Associazione provinciale dei commercianti al dettaglio: il lungo cammino per il rinnovo degli organi, iniziato sul territorio e nelle categorie a gennaio, si è concluso oggi con la nomina unanime di Massimo Piffer a presidente. Oltre alla presidenza, il consiglio dell’Associazione ha provveduto a comporre tutti gli organi direttivi.

La nuova Giunta dell’Associazione è quindi composta da Massimo Piffer (presidente), Camilla Girardi (vicepresidente), Giorgio De Grandi (vicepresidente), Giuliana Savoia, Annalisa Gallucci, Claudio Miorelli, Gabriele Baffetti, Massimiliano Stringari, Pierluigi Brigadoi, Alan Frisinghelli.

Del Consiglio Generale di Confcommercio Trentino, invece, faranno parte, oltre alla Giunta, anche Piera Casagrande, Carlo Casari, Gianfranco Bazzocco, Luca Palmieri, Nicola Ribaga, Stefano Andreis, Armando Gasperetti, Marco Schito, Patrik Bazzoli, Salvatore Rizzo, Antonio Trentini, Luciano Rizzi, Fabio Degasperi, Paolo Gabrielli, Alberto Passerini, Rolando Zambelli e Giovanni Gravante.

Il presidente Piffer ha ringraziato per la fiducia e i riconoscimenti di stima e per il lavoro compiuto, soprattutto nell’ultimo anno: «Ringrazio tutti quanti hanno contribuito a far raggiungere i risultati che abbiamo ottenuto come Associazione, a tutti i nuovi componenti e a quelli passati: c’è bisogno di unità e di lavorare insieme in un momento particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo».